Erica Gavin, la perfida e sexy Vixen di Meyer
Erica Gavin, la perfida e sexy Vixen di Meyer

Erica Gavin, la perfida e sexy Vixen di Meyer

Iniziamo il nostro viaggio con il primo X-Rated nella storia del cinema, solo per palati…Curvy!



Erica Gavin, la perfida e sexy Vixen di MeyerCari amici e amiche di Mondo Curvy, la nostra rassegna dedicata al cinema inizia col botto! 1968, Russ Meyer gira Vixen, lungometraggio che passerà alla storia come il suo più grande successo al botteghino, ma soprattutto per aver portato alla ribalta il nome e non solo di Erica Gavin, meravigliosa protagonista di questo film. Vixen è il primo X-Rated movie della storia del cinema, vale a dire che è stato il primo lungometraggio ad ottenere il divieto totale di visione ai minori.
Con quest'opera il regista statunitense apre i battenti al suo periodo "pop", girando con stile cartoonistico e con ironia graffiante, a volte grottesca.

Vixen è la storia di una ragazza ninfomane che tradisce continuamente il marito Tom, pilota di aerei, abbandonandosi alla lussuria con chiunque le passi a tiro, le uniche remore le conserva per Niles, un ragazzo afroamericano che disprezza terribilmente. Il film, vero e proprio inno alla bellezza di Erica Gavin, ha immagini ad alto contenuto erotico, alcune estremamente scandalose per l'epoca: dal rapporto interraziale fino all'incesto.

La trama a dir poco surreale, sfocia spesso nel non sense, dopo aver sedotto una coppia abbordando lui sulle rive di un fiume e seducendo lei in un cottage, Vixen dedica le proprie attenzioni al fratello. Alla lussuriosa combriccola si unirà poi uno scozzese comunista che aiutato da Niles il ragazzo afro denigrato e disprezzato da Vixen, si approprierà dell'aereo di Tom dirottandolo verso Cuba, a sua detta la terra in cui la democrazia contempla anche i neri, dirottamento poi annullato da Vixen che convince Niles a non credere alle falsità dello scozzese.

Erica Gavin al tempo lavorava come ballerina in un topless bar, insieme a due altre favorite di Meyer: Tura Satana e Haji. Ottenne la parte leggendo un annuncio su Variety mentre attendeva il suo turno dal dentista (dentista fortunato aggiungiamo noi! Se non ci credete date un'occhiata alla gallery!) e confidò in una intervista che la cosa più difficile del film non fu tanto interpretare una ragazza lussuriosa, disinibita e incestuosa, quanto quella della razzista anticomunista, in virtù del fatto che i suoi genitori, entrambi attori, subirono la persecuzione dell'era McCarthy finendo nella black list stilata dall'amministrazione americana del tempo, e furono costretti a lasciare il lavoro. La Gavin lavorò di nuovo con Russ Meyer due anni dopo, recitando in Beyond the Valley of the Dolls, titolo italiano: Lungo la valle delle bambole.


Paolo Sutera
pubblicato il 06/01/2016



GALLERY IMMAGINI


VIDEO

Tags:


NAVIGAZIONE



LASCIA UN COMMENTO

Ti è piaciuto questo articolo?


Erica Gavin, la perfida e sexy Vixen di Meyer
Seguici su Facebook, basta un like :)