Parola d’ordine: sensualità!
Parola d’ordine: sensualità!

Parola d’ordine: sensualità!

Quattro chiacchiere con lo stilista Anton Giulio Grande, eccellenza italiana e simbolo di seduzione e sensualitĂ  nel mondo



La donna di Anton Giulio Grande è sicura di sé, aggressiva, elegante, sexy, chic. La donna di Anton Giulio Grande è forte, coraggiosa, audace, ammaliante e carismatica. La donna di Anton Giulio Grande, infine, può essere anche curvy: perché non è vero che le ragazze in carne non possono permettersi di indossare capi ad alto tasso di seduzione, tutt’altro. Ne abbiamo parlato con lo stilista lametino, simbolo dell’alta moda più graffiante ed emblema della sartoria di qualità che punta all’attrazione.

Parola d’ordine: sensualità!

Le donne di un tempo e le donne di oggi: che differenza noti?
Tantissime differenze sotto tutti i punti di vista: sociale, lavorativo, fisico... Il modello di bellezza è totalmente diverso, look ambiti e ricercati diversi, forme diverse e via dicendo.

Cos’è per te l’eleganza?
L'eleganza è un concetto! L’eleganza non è data né è supportata da un abito, dal lusso o dalle tendenze. E’ qualcosa di innato in un uomo o una donna: un comportamento, un modo di fare o di essere rendono elegante una persona. E poi, certo, avere buongusto aiuta!

Cosa pensi del concetto di bellezza?
Anche la bellezza è qualcosa di innato e soggettivo. E’ bello ciò che comunica emozione, sentimento, eros... Molto meglio la bellezza particolare, comunicativa, imperfetta piuttosto che quella perfetta, statica e inespressiva.

La moda firmata AGG sa di provocazione e sensualità. Cosa rende sexy una donna?
Un modo di essere, uno sguardo, il modo di toccarsi i capelli, la camminata o il modo di parlare. Per essere sexy non bisogna necessariamente indossare un abito scollato o trasparente, perché il sex appeal dipende esclusivamente dalla donna e non dal vestito. L’abito può solo aiutare chi è già sexy di suo.

Parola d’ordine: sensualitĂ !Una donna curvy può essere sexy?
Certo che sì! L’importante è non esagerare. E’ sottile il filo che lega la sensualità alla ridicolaggine e alla volgarità…

I tuoi abiti sono ricchi di pizzi e trasparenze, possono essere pensati anche per le taglie forti?
Certo, una donna non deve mai rinunciare alla propria femminilità, che sia curvy o normopeso.

Una donna formosa che vuole vestirsi in maniera provocante a cosa deve fare attenzione quando sceglie un abito?
Alle proporzioni, al buon gusto, al buon senso e ad essere obiettive davanti uno specchio.

Quali sono i tessuti che vestono meglio le donne?
I tessuti classici e tradizionali, magari anche un po’ estensibili.

Quali sono i capi che non devono mancare nell’armadio di una donna che vuole sedurre con eleganza?
Gli abiti semplici, classici, i famosi evergreen che non passano mai di moda.

Preferisci le modelle morbide o quelle dal fisico mascolino?
Preferisco e scelgo sempre modelle femminili che mi comunicano qualcosa: sono quelle che si avvicinano maggiormente al mio stile.

Tra le altre hai avuto come testimonial anche Valeria Marini, emblema della bellezza burrosa. Che ricordo hai di lei?
E’ una donna che adoro: femminile, sexy, simpatica… unica!

In futuro creerai una collezione per le donne formose?
Ho molte clienti curvy. Da sempre creo abiti su misura per loro, rispettando le loro forme e realizzando capi sartoriali femminili, preziosi ed esclusivi.


Sonia Russo
pubblicato il 29/10/2016



GALLERY IMMAGINI


Tags:


NAVIGAZIONE



LASCIA UN COMMENTO

Ti è piaciuto questo articolo?


Parola d’ordine: sensualità!
Seguici su Facebook, basta un like :)